Buio

 

Il buio è uno stato senza luce che risiede tra un atto e l'altro. Il suo colore è scuro, la sua temperatura è calda. Per entrare nel buio non è necessario chiudere gli occhi, è sufficiente entrare in un'altra dimensione. L'entrata è mutevole poiché si passa dall'ustione al refrigerio con estrema facilità. Nel primo caso la reazione generata è detta paura nel secondo, invece, si preferisce parlare più precisamente di sorpresa, libertà o respiro. Paura e respiro spesso viaggiano insieme e si definiscono complementari. 

Al buio si toccano le persone, gli avvenimenti e le cose. Al buio ci si rilassa, si traggono conclusioni e si gioca a nascondino. Il buio è il tempo dell'intimità. Quando il buio cala infatti, bisogna sognare per pensare. Mattias Fregni , Tatiana Vitali, Saad.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *